Offerte speciali

Blog Menu

Ultimi post

La comunicazione segreta del gatto

Tutti sappiamo che i nostri amati pelosetti comunicano nei modi più svariati tra di noi. Vocalizzi, movimenti della coda, orecchie, occhi e tutto il corpo in genere.

Esiste poi un linguaggio segreto a noi non percettibile, attraverso i feromoni. Cavallo, giraffe, leoni, capre, zebre, api sono solo alcuni esempi di animali che utilizzano questo sistema comunicativo.

Hai presente quando il tuo gatto annusa qualcosa e pochi istanti dopo assume quell'espressione che io definisco un po' da ebete? Bene, questa espressione si chiama Flehemen e si presenta quando il gatto sta percependo dei feromoni e questa espressione permette di condurre la molecole feromonali al sistema limbico (in particolare all'organo vomeronasale) e di interpretarne il messaggio

Il gatto secerne principalmente 3 diversi tipi di feromoni percettibili solo ed esclusivamente ad altri gatti (in realtà molte ghiandole che secernono vari feromoni sono ancora in fase di studio e sparse per tutto il corpo)

Feromoni facciali - Muso - Messaggi di benessere
Feromone interdigitale - Polpastrelli - marcatura del territorio
Feromone appagante - Area mammaria, ventre - armoni tra gatti

In questo modo il gatto riesce a comunicare a distanza con i suoi simili o a lasciare segnali di "promemoria" per se stesso

Quando dunque il nostro gatto si struscia con il muso su mobili piuttosto che su di noi, sta emettendo dei segnali di benessere attraverso i feromoni facciali, sta comunicando che è in armonia con quello che lo circonda e tutto va bene.

Discorso leggermente diverso vale per le graffiature. Questo è un bisogno naturale del gatto, ciò lo porta ad allungare la schiena, provvedere ad una corretta manutenzione delle unghie e a marcare, appunto, il suo territorio visivamente e attraverso i feromoni interdigitali. Per questo motivo è assolutamente fondamentale fornire al nostro gatto un tiragraffi alto almeno il doppio della sua lunghezza per poter provvedere ai suoi bisogni naturali come in natura. Questa mancanza potrebbe portare a preferire l'utilizzo di mobili, tende o tappeti che verranno naturalmente cosparse di feromoni attrattivi.

I feromoni appaganti sono invece i primi con cui il gatto viene in contatto, attraverso l'allattamento dalla madre. Questi danno segnale di benessere, protezione e possibilità di convivenza con altri gatti in sicurezza.

La nostra casa, o meglio, lo spazio organizzato in cui il nostro gatto vive, è cosparsa di segnali a noi impercettibili ma che servono come riferimento al nostro felino per muoversi, orientarsi e capire cosa può o non può fare. Per questo motivo eccessi di pulizia con detergenti aggressivi, cambio di arredi e stravolgimenti in genere, possono portare il gatto a perdere i suoi riferimenti alterandone la serenità.

Tendenzialmente il territorio del gatto è diviso in sei zone collegate da percorsi prestabiliti, la zona di toilette, la zona del sonno, mangiare, cacciare, giocare ed osservare.
Queste zone sono definite da segnali lasciati con feromoni di cui, in condizioni normali, non ci accorgiamo. Feromoni facciali di benessere, feromoni interdigitali e piccoli segni impercettibili di marcature urinarie definiscono l'ambiente del nostro micio

Nel momento in cui gli equilibri di casa vengono meno e il gatto non si trova più a suo agio, vengono meno le marcature facciali aumentando in primo luogo quelle interdigitali con evidenti graffiature che possono poi sfociare in fastidiose marcature urinarie.
Queste marcature di norma tendono a comparire improvvisamente e sono modesti quantitativi di urina, soprattutto conseguentemente a stravolgimenti di abitudini, arredo o nucleo familiare con tendenza ad essere ripetute in più zone e di frequente passaggio

Questi due fenomeni, di norma sono anche accompagnati da importanti segnali che il nostro gatto ci può dare, come la tendenza a nascondersi spesso e perdita di appetito.

Importante non confondere queste marcature di stress con problematiche che necessitano, invece, l'intervento di un veterinario come problematiche a livello renale o di calcoli. Di norma queste si presentano di quantitativo più abbondante, alle volte accompagnate da tracce di sangue, piuttosto che da vocalizzi di sofferenza e solo accidentalmente su superfici verticali.

Lascia un commento