Offerte speciali

Blog Menu

Ultimi post

Salute orale del cane

La periodontopatia è una comunissima malattia del cavo orale del cane che, in forma più o meno grave, affligge qualsiasi pelosetto nel corso della sua vita. Qualsiasi intervento terapeutico ha breve durata se non si adottano strategie preventive di cura, per questo motivo è utile conoscere come funziona la masticazione del cane.

La periodontopatia è una infiammazione originata dal sistema di difesa immunitario che lotta per contrastare la presenza di batteri della placca depositata sulle corone dei denti lungo la gengiva.

Le superfici esterne dei denti sono normalmente più interessate di quelle interne così come sono più soggetti i denti mascellari di quelli mandibolari

Spesso si sente dire che cani di piccola taglia sono più soggetti a problemi del cavo orale rispetto a cani di grande taglia. Questa affermazione è vera in quanto più il cane è piccolo, maggiore è il volume relativo che i denti occupano nelle fauci con maggiori probabilità di presenza di placca e tartaro. L'aggressione di pochi millimetri di osso in un cane sotto ai 10kg ha effetti notevolmente differenti rispetto al medesimo consumo su di un cane di taglia gigante.

Detto questo, ogni soggetto reagisce a suo modo, non esiste una regole fissa che indichi un dato cane come più o meno soggetto al fenomeno rispetto ad un altro. L'unica caratteristica comune del fenomeno è che possa presentarsi con maggiore probabilità con l'avanzare dell'età.

La periodontopatia vede la sua origine dalla placca, una miscela di batteri, saliva, cibo e liquidi che inizialmente si deposita sulle superfici dei denti fino a raggiungere la gengiva dando il via a processi infiammatori che possono arrivare addirittura ad aggredire l'osso.

Il tartaro, invece, risultato della mineralizzazione della placca, non influisce su questo processo infiammatorio, ma, grazie alla creazione di superfici porose sui denti, permetto un luogo favorevole alla proliferazione della placca.

Contrariamente a quanto avviene nell'uomo, i carnivori ed in particolare il cane in ambito selvatico, non masticano il cibo ma lo suddividono in brandelli con movimenti di torsione e flessione strappando fisicamente i tessuti fibrosi con un movimento di traverso dei denti mandibolari rispetto a quelli mascellari.

Questo processo meccanico da parte di tessuti fibrosi sui denti permette una discreta cura dell'igiene orale che può essere ancora più stimolata tramite appositi alimenti fibrosi da masticare o, top della cura, la spazzolatura del dente tramite spazzolino e apposite soluzioni.

Resta dunque da capire quale alimento è indicato o sconsigliato per l'igiene orale.

Non è vero che le crocchette aiutano a tenere puliti i denti, o meglio, le crocchette formulate appositamente per questo scopo sì in quanto non si spezzano immediatamente ma “incapsulano” e puliscono il dente oltre ad avere una forma dedicata per questo. Le normali crocchette, invece, sotto la pressione del dente, tendono a spezzarsi immediatamente senza avere benefici considerevoli sulla pulizia.

Alcuni alimenti specifici per la cura orale del cane, come stick, barrette e snack appositi, vengono poi integrati con agenti antitartaro, ad esempio polifosfati che aiutano a inibire la chelazione del calcio salivare per contrastare la formazione di tartaro.

Senz'altro alimenti molli e non fibrosi, come preparati umidi in patè, sono meno efficaci nel contrastare problematiche orali rispetto ad alimenti più duri o fibrosi come un vero pezzo di carne.

Non è inoltre vero che una dieta lipidico proteica o un eccesso di carboidrati possano concorrere all'aggravamento della periodontopatia.

Per contrastare efficacemente patologie a carico del cavo orale si consiglia dunque una regolare masticazione di prodotti fibrosi specifici per questo scopo oltre ad alimenti secchi che svolgano dichiaratamente questa funzione. Buona norma sarebbe inoltre quella di provvedere ad un'azione meccanica di pulizia tramite spazzolino e paste pulenti apposite oltre ad informarsi dal proprio veterinario per delle sedute di pulizia periodiche.

Lascia un commento